Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Ordinanza del Ministro della Salute del 28 aprile relativa agli spostamenti verso l’Italia

Con l’allegata Ordinanza del Ministro della Salute sono state prorogate fino al 31 maggio 2022 le misure disposte con l’ordinanza del 22 febbraio scorso, pubblicata su questo sito il 24 febbraio, relative agli spostamenti da e per l’estero, ad esclusione dell’obbligo di presentazione del passenger locator form all’arrivo in Italia.

A partire dal 1 maggio 2022 per l’ingresso in Italia sarà quindi sufficiente presentare la certificazione verde Covid-19 (certificato di vaccinazione, certificato di guarigione o test molecolare o antigenico negativo) o altra certificazione di vaccinazione riconosciuta come equivalente. In merito all’equivalenza di vaccini somministrati all’estero, si ricorda che coloro che hanno ricevuto due dosi di vaccino Sinovac (non riconosciuto come equivalente), possono entrare in Italia con certificato di vaccinazione se hanno altresi’ ricevuto il booster di Pfizer o Moderna. Per coloro invece che hanno ricevuto tre dosi di Sinovac sara’ possibile entrare in Italia con certificato di guarigione oppure con test molecolare o antigenico negativo.

Solo in caso di mancata presentazione di una delle certificazioni di cui sopra, si applica la misura della quarantena per un periodo di 5 giorni con l’obbligo di sottoporsi a test molecolare o antigenico al termine del periodo.

Infine, si ricorda che all’indirizzo https://infocovid.viaggiaresicuri.it/index.html e’ possibile effettuare il questionario in italiano/inglese su quello che bisogna fare per entrare/rientrare in Italia dall’estero.